Le interviste di SwosIT: Gaetanopio

È una delle nuove grandi promesse italiane e recentemente ci ha fatto vedere ciò di cui è capace, andando a vincere la Winter prevalendo su dei mostri sacri quali Il Cigno e Sasy.
Diamo un caloroso benvenuto a Gaetanopio e al Master facci sognare!

                                       

                                                                                      

1. Per rompere il ghiaccio, dicci qualcosa su di te.

Per coloro che ancora non mi conoscono, mi chiamo Gaetano, originario di Foggia ma per motivi di lavoro mi sono trasferito a Fano. Oltre a Swos, ho altri 2 hobby che riesco ancora a coltivare, il calcio a 5 amatoriale, e la collezione di 2 euro commemorativi. Tranquilli non guardate nei portafogli sicuramente non troverete quelli rari.

 

2. Come e quando hai conosciuto Swos?

Non potrò mai dimenticare il primo incontro con Sensibile Soccer. Mi invita a casa un amico per duplicare dei giochi per Amiga e mi chiede se vogliamo fare una partita con questo nuovo gioco di calcio. Credo sia la prima uscita di Sensibile, quello dove il gol piu’ semplice e sicuro era il tiro dritto a fil di palo(ndr). Scegliamo le 2 squadre di serie A, il padrone di casa sceglie senza dubbio il Foggia e a me viene in mente di utilizzare l’Inter perche aveva appena acquistato un beniamo foggiano: Shalimov.

L’amichevole finisce 1 – 0 per me.

 

3. Da quanto tempo giochi a Swos on-line?

Ho iniziato a giocare a Swos online da settembre 2015. Ogni tanto mi piaceva fare un giro su google per sperare in qualche ‘matto’ che organizzasse tornei offline. Invece mi sbagliavo e ho trovato una realtà strepitosa con Swosit.

 

4. Com'è cambiato il tuo stile nel corso del tempo, soprattutto dopo aver scoperto il gioco on-line?

Forse il segreto per aver raggiunto subito grandi obiettivi, tra cui la serie A con promozioni dirette ad ogni stagione e la vittoria nel Winter Special può essere il frutto di aver partecipato e vinto negli anni 90 a tornei offline nella mia città a Foggia. Quindi oltre alle varie stagioni giocate da solo come penso la stragrande maggioranza di noi utenti, andava aggiunto di tanto in tanto qualche raduno. Conservo gelosamente ancora i miei trofei.
Calandomi invece nell’online ho continuato a proporre il mio gioco passando dal 433 in serie D al 442 per le stagioni successive, poiché mi serviva più copertura in mediana e un appoggio più vicino alla punta avanzata. Questo cambiamento mi ha portato all’unica stagione non giocata al massimo, quella di serie C2 in cui anche se sono stato ripescato per la C1, chiusi il campionato in quinta posizione. Altro cambiamento che ho apportato con il gioco online è stato l’adeguarmi a nuove situazioni di gioco e a nuovi gol subiti che non mi si erano mai presentati prima, e che adesso fanno parte anche del mio repertorio.

 

5. Pensi di dover migliorare ancora in qualcosa o hai raggiunto il massimo del tuo potenziale?

Sicuramente dovrò migliorare ulteriormente la fase difensiva perché ci sono ancora delle sbavature, però nella mia ultima stagione di serie A si sono visti i primi progressi: nel girone di ritorno ho perso 3 partite con 2 gol di scarto e le altre sconfitte per un solo gol, chiudendo così la differenza reti con un bel -2 che per una squadra che punta alla salvezza è un dato importante. Nella prossima stagione ho in mente qualche cambiamento per alzare l’asticella del mio livello swossiano.

 

 

6. C'è un giocatore che ammiri in modo particolare e a cui vorresti rubare qualche colpo?

Ovviamente di giocatori bravi ce ne sono tanti, ma quello che ammiro in modo particolare è Andib, un vero e proprio Guru per me. La giocata che vorrei imitare è il colpo di testa con cross sul secondo palo saltando su se stesso con palla ovviamente in rete (anche se magari non sono stato chiaro nella spiegazione penso che molti abbiano capito di cosa parlo, perché l’abbiamo sicuramente visto entrare nella nostra rete). In più voglio citare alcuni utenti che hanno iniziato nella mia stessa stagione in serie D e sono tipi veramente tosti da incontrare: Kripkry80, Andre83, Marcoalfa e Sangiovese. Immaginate che bel campionato che abbiamo disputato nei dilettanti.

 

7. Essendo a volte le due cose strettamente collegate ti chiedo: qual è il tuo ricordo più bello legato a Swos e la partita migliore che tu abbia mai giocato?

Il ricordo più bello legato a Swos è la vittoria della Winter Cup, e nello stesso evento ho disputato la mia migliore partita, la semi-finale contro IlCigno. L’andata in particolare è finita 11 – 4 in mio favore, 6 – 1 al 1° tempo. Penso che una partita così sarà piu unica che rara perché mi riusciva tutto e ad ogni mio tiro un gol. Per un momento credevo che il gioco fosse andato in desynch.

 

8. Sei ormai diventato un giocatore di alto livello, tuttavia qualche delusione l'avrai provata anche tu...

Dire di essere diventato un giocatore di alto livello mi sembra un po’ presto, però per avere nuovi stimoli e per migliorarsi in questo gioco bisogna porsi degli obiettivi. Per la mia prossima stagione ne ho in mente 2 dove l’uno esclude l’altro. La delusione in cui sono incappato è stato il 5 posto in serie C2 perché miravo alla serie C1 e invece sul campo ho ottenuto solamente la quinta posizione. 

 

9. Cosa ti spinge a giocare ancora a Swos e cos'è secondo te che a distanza di venti anni lo rende ancora appetibile rispetto ad altri titoli?

Rispondo a questa domanda con una sola parola: la giocabilità che è figlia delle skill, e quindi una cosa che mi diverte tantissimo e l’impazzire nel calcio mercato nel trovare la giusta alchimia per l’acquisto dei giocatori

 

10. Cosa miglioreresti (se potessi) di Swos come gioco e come miglioreresti ed arricchiresti le community online a livello di tornei, competizioni ed iniziative?

Di Swos non toccherei assolutamente nulla proprio perché il bello di tutti i giochi sin da quelli più remoti è che l’utente deve adeguarsi  per come è stato progettato il software, anche se ci sono errori evidenti

Nemmeno a livello di community non cambierei nulla anche se ogni tanto faccio proposte assurde per sostituire qualcosa o evitare che si cambi qualche regola. Poi ci rifletto e penso che se lo staff ha preso determinate decisioni, significa che conoscono molto bene le dinamiche che si susseguono da anni all’interno di SwosIT.

Mi piacerebbe invece che SwosIT avesse più visibilità in termini nazionali, come una vera e propria bella realtà...Immagino un mega torneo off-line che avvicini tanti nostalgici. Pensare in grande non fa mai male.

11.  Dai un consiglio alle nuove leve che per la prima volta si affacciano alle competizioni online dedicate a Swos.

Se siete nuovi utenti e state leggendo quest’intervista significa che la passione per questo gioco vi ha portato fin qui. Quindi continuate a coltivarla giocando, anche se le aspettative sono diverse. D’altronde chi non ha mai vinto il mondiale con San Marino?

 

12. Con la vittoria nel Winter Special ti sei garantito un posto per il prestigioso Master of Swos, il campionato del mondo online. Quali sono le tue sensazioni in vista dell’evento

 

Con questa inaspettata vittoria nel Winter Special mi si apre un nuovo mondo dello Swos online, ossia affrontare nuovi utenti di cui non conosco assolutamente il livello. Ci arrivo comunque da totale outsider e spero di essere affiancato da un italiano per  completare il quartetto degli utenti di SwosIT.   

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Visitando questo sito web si autorizza l'utilizzo l'impiego di cookie Per saperne di più sui cookie utilizzati dal sito visita la nostra informativa privacy policy.

Per accettare i cookie di questo sito clicca accetto.

EU Cookie Directive Module Information